Elementi - Idrogeno

Idrogeno

L

(elemento successivo) Elio --->
  • Simbolo: H.
  • Numero atomico: 1
  • Peso atomico: 1.00794
  • Classificazione: non metallico
  • Fase a temperatura ambiente: gas
  • Densità: 0,08988 g / L @ 0 ° C
  • Punto di fusione: -259,14 ° C, -434,45 ° F
  • Punto di ebollizione: -252,87 ° C, -423,17 ° F
  • Scoperto da: Henry Cavendish nel 1766


L'idrogeno è il primo elemento nella tavola periodica. È l'atomo più semplice possibile composto da un protone nel nucleo che è orbitato da un singolo elettrone. L'idrogeno è il più leggero degli elementi ed è l'elemento più abbondante nell'universo.

Caratteristiche e proprietà

A temperatura e pressione standard, l'idrogeno è un gas incolore, inodore e insapore.

L'idrogeno è molto infiammabile e brucia con una fiamma invisibile. Brucia quando viene a contatto con l'ossigeno. Il sottoprodotto di un'esplosione di idrogeno e ossigeno è l'acqua o H.DueO.

L'idrogeno gassoso è costituito da molecole biatomiche designate come H.Due.

Dove si trova l'idrogeno sulla terra?

Il posto più comune per trovare l'idrogeno sulla terra è in acqua . Ogni molecola d'acqua (H.DueO) contiene due atomi di idrogeno. L'idrogeno si trova anche in una vasta gamma di composti in tutta la terra, inclusi idrocarburi, acidi e idrossidi.

C'è pochissimo idrogeno libero nell'atmosfera terrestre perché è così leggero che alla fine fuoriesce nello spazio. L'unico idrogeno libero sulla terra è sotterraneo profondo.

Stelle e pianeti

L'idrogeno si trova principalmente nelle stelle e nei pianeti giganti gassosi. Il Sole è composto principalmente da idrogeno. Nel profondo stelle , la pressione è così alta che gli atomi di idrogeno vengono convertiti in atomi di elio. Questa conversione è chiamata fusione e rilascia calore ed energia che vediamo come luce solare.

Come viene utilizzato l'idrogeno oggi?

L'idrogeno è un elemento molto utile. È usato per produrre ammoniaca per fertilizzanti, raffinazione di metalli e metanolo per produrre materiale artificiale come la plastica.

L'idrogeno viene anche utilizzato come combustibile per missili in cui l'idrogeno liquido viene combinato con l'ossigeno liquido per produrre una potente esplosione. Gli scienziati sperano che un giorno l'idrogeno possa essere utilizzato come combustibile pulito alternativo alla benzina.

Come è stato scoperto?

Lo scienziato inglese Henry Cavendish scoprì l'idrogeno come elemento nel 1766. Cavendish condusse un esperimento usando zinco e acido cloridrico. Ha scoperto l'idrogeno e ha anche scoperto che produceva acqua quando bruciava.

Da dove prende il nome l'idrogeno?

Il nome idrogeno deriva dalle parole greche 'idro' (che significa acqua) e 'geni' (che significa creatore). È stato chiamato dal chimico francese Antoine Lavoisier perché quando brucia 'crea acqua'.

Ioni e isotopi

L'idrogeno può assumere una carica negativa ed essere un anione chiamato idruro. Può anche assumere una carica positiva come catione.

Il protium è l'isotopo più comune dell'idrogeno. Non ha neutroni e un solo protone. Altri isotopi comuni includono deuterio e trizio.



Fatti interessanti sull'idrogeno
  • Gli scienziati stimano che l'idrogeno costituisca oltre il 90 percento di tutti gli atomi dell'universo.
  • È l'unico elemento che può esistere senza neutroni.
  • L'idrogeno diventa un liquido a temperature molto basse e ad alta pressione. Sotto una pressione estremamente alta può diventare un metallo liquido. Si pensa che l'idrogeno metallico esista nei nuclei di pianeti giganti gassosi come Giove.
  • Circa il 10 percento della massa del corpo umano è l'idrogeno.
  • Poiché è così leggero, una volta veniva utilizzato nei palloni più leggeri dell'aria. Tuttavia, è diventato troppo pericoloso a causa della sua natura altamente infiammabile.
  • L'idrogeno gassoso può essere prodotto in laboratorio combinando un acido diluito con un metallo.


Maggiori informazioni sugli elementi e sulla tavola periodica

Elementi
Tavola periodica

Metalli alcalini
Litio
Sodio
Potassio



Metalli alcalino terrosi
Berillio
Magnesio
Calcio
Radio

Metalli di transizione
Scandio
Titanio
Vanadio
Cromo
Manganese
Ferro
Cobalto
Nichel
Rame
Zinco
Argento
Platino
Oro
Mercurio
Metalli post-transizione
Alluminio
Gallio
Credere
Condurre

Metalloidi
Boro
Silicio
Germanio
Arsenico

Non metalli
Idrogeno
Carbonio
Azoto
Ossigeno
Fosforo
Zolfo
Alogeni
Fluoro
Cloro
Iodio

Gas nobili
Elio
Neon
Argon

Lantanidi e attinidi
Uranio
Plutonio

Altre materie di chimica

Importa
Atomo
Molecole
Isotopi
Solidi, liquidi, gas
Fusione ed ebollizione
Legame chimico
Reazioni chimiche
Radioattività e radiazioni
Miscele e composti
Denominazione dei composti
Miscele
Miscele di separazione
Soluzioni
Acidi e basi
Cristalli
Metalli
Sali e Saponi
acqua
Altro
Glossario e termini
Attrezzatura da laboratorio di chimica
Chimica organica
Famosi chimici